Japandi design: il trend esotico – minimal per l’arredamento

Il Japandi è un trend di design che mescola due stili apparentemente lontani, che donano un tocco esotico all’arredamento per interni.

A molti la parola Japandi potrebbe suonare strana. Si tratta di un trend d’arredamento ancora poco conosciuto, che unisce due stili che potrebbero sembrare abbastanza lontani tra loro, ma che in realtà perseguono lo stesso fine. Per saperne di più, ecco tutte le informazioni e tutti i modi per portare un po’ del design Japandi nella propria casa.

La parola Japandi e il suo significato

Il nome di questo stile è stato creato fondendo Japanese e Scandinavian, ovvero i due tipi di design che nel Japandi si uniscono. Lo stile giapponese ha come obiettivo la ricerca della bellezza (secondo la filosofia Wabi-Sabi) che si trova nelle imperfezioni. A questo si unisce l’estetica del design scandinavo che si persegue la serenità interiore. La fusione di questi stili in un unico termine definisce le caratteristiche di un arredamento calmo, rilassante e minimalista.

Japandi3

Japandi design: trend

Esistono alcune linee guida da seguire per portare questo nuovo trend nella propria casa. Di seguito, le principali.

Mobili bassi

La sensazione che il mobilio deve trasmettere è quella di avvicinarsi alla terra. Ad esempio, utilizzando un letto basso, che poggia quasi direttamente sul pavimento.
Japandi4

Le piante adatte

Il contatto con la natura viene realizzato anche con la scelta delle piante più adatte a questa filosofia semi orientale. Le opzioni migliori in questo senso sono: bonsai, bamboo e piante rampicanti. Queste piante in particolare aiuteranno a simulare l’atmosfera semi orientale tipica di questo trend.

bonsai in casa

Acquisti eco-friendly

In linea con il trend dello slow living, anche questa tipologia di design pretende che ci sia un impegno ecologico da parte di chi la utilizza. Il suggerimento è quello di acquistare mobili che siano stati realizzati in maniera ecosostenibile.

design ecosostenibile

Il legno

Uno dei materiali prediletti da questo stile è sicuramente il legno. Tra i vari tipi di legname, è preferibile quello di quercia bianca. In generale il legno servirebbe a creare ancor di più un senso di avvicinamento alla natura.

arredo di legno

Tessuti naturali

Lo stesso discorso vale per i tessuti di coperte, cuscini, tende e per il resto dei complementi d’arredo. Il Japandi predilige tessuti come la lana e il cotone, per lo stesso motivo per cui si preferisce il legno, ovvero il contatto con la natura.

tessuti arredo

Linee semplici e pulite

Un altro modo per portare questo trendi nel proprio arredamento è quello di scegliere delle linee semplici e pulite, non solo per le forme dei mobili, ma anche per le texture dei tessuti. Niente fronzoli o decorazioni eccessive.

Japandi

I colori

È abbastanza intuibile che per uno stile che ricerca la bellezza della calma e della pace interiore, non si potranno utilizzare colori forti ed accesi. Preferibili quindi tonalità chiare e neutre, a cui si potrebbero contrastare moderatamente i toni più scuri dell’arredamento scandinavo.

Japandi2

Lampade e candele

Nonostante questo stile preveda l’utilizzo di pochi e funzionali mobili, viene dato spazio anche a lampade in stile orientale e candele. Anche in questo caso le luci servono a conciliare la loro utilità pratica con quella spirituale.

Japandi5

Scritto da Andrea Elisa Nasta
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cucina nera: guida ai pro e i contro della scelta

Cucina verde: idee e consigli per un ambiente raffinato

Leggi anche
Contents.media