Piante perenni in giardino: errori comuni da evitare

Le vostre piante non hanno l'aspetto rigoglioso e colorato che speravate? Assicuratevi di non aver commesso nessuno di questi errori.

Le piante perenni sono le star del giardino, che tornano ogni primavera dopo essere rimaste inattive in inverno. Questo significa che potete piantarle una volta e godervele per anni. Le piante perenni sane e felici, come i coneflowers a lunga fioritura e le hostas che amano l’ombra, crescono vigorosamente e si moltiplicano, creando nuove piante per ampliare il vostro giardino o per condividerlo con gli amici.

A volte, però, le piante perenni non producono tanti fiori o semplicemente non crescono bene come dovrebbero. È probabile che abbiate trascurato qualcosa di cui hanno bisogno per crescere. Ecco gli errori più comuni che potreste commettere nel giardino delle perenni e come rimediare per tornare a godere di uno spettacolo di colori per tutta la stagione. Molti errori si riflettono anche nel giardino in sé.

Piante perenni in giardino: errori comuni da evitare

Mettere le piante perenni nel posto sbagliato

Il vecchio adagio del giardinaggio “pianta giusta, posto giusto” significa far coincidere le esigenze di luce e le preferenze del terreno di una pianta con il luogo in cui la si vuole collocare. Alcune piante perenni, come il fiore di conifera e l’achillea, si godono il sole splendente dalla mattina alla sera. Altre, come l’astilbe e il cuore sanguinante all’antica, danno il meglio all’ombra pomeridiana. Per quanto riguarda il terreno, alcune piante perenni hanno bisogno di un terreno sabbioso a rapido drenaggio, mentre altre prosperano in un terreno che rimane umido ma non bagnato.

Ignorare la propria zona

Tutte le piante perenni hanno una zona di rusticità, basata sulle temperature più basse che si registrano in media nelle varie regioni. Assicuratevi di scegliere le piante che possono prosperare nella vostra zona specifica, in base alla mappa delle zone di durezza. Ad esempio, se vivete nella zona 5, le piante resistenti nelle zone 5 e inferiori probabilmente sopravviveranno agli inverni della vostra zona. Le piante classificate nella zona 6, invece, probabilmente non sopravviveranno senza un’ulteriore protezione dal freddo, come uno spesso strato di pacciamatura in inverno.

Trascurare la manutenzione

Le cose migliori della vita spesso richiedono un po’ di lavoro e questo è il caso delle piante perenni. Sebbene queste piante tendano a richiedere poca manutenzione in generale, avranno un aspetto ancora migliore se aggiungerete un paio di compiti chiave all’elenco delle faccende del vostro giardino. In particolare, una regolare decapitazione, ovvero la rimozione dei fiori esauriti, incoraggia le piante a convogliare le energie disponibili nello sviluppo di un apparato radicale sano e, in alcuni casi, di un’altra fioritura più avanti nella stagione.

Piante perenni giardino cura

Non piantare per ottenere colore durante le stagioni

La maggior parte delle piante perenni fiorisce per un periodo di circa tre settimane. Se piantate insieme diversi tipi di piante perenni, il vostro giardino potrebbe essere fiorito per almeno tre stagioni all’anno. Assicuratevi di pensare al colore all’inizio della stagione, con specie a fioritura precoce come l’elleboro e il trillium. Poi aggiungete piante che prolunghino lo spettacolo floreale per tutta l’estate fino all’autunno, quando le piante perenni della tarda stagione, come l’aster, la Susan dagli occhi neri e la salvia russa, prenderanno il sopravvento. Le piante perenni apprezzate per il loro fogliame, come l’hosta e il sedum, aggiungono colore e consistenza mentre le piante con fiori più vistosi stanno per sbocciare.

Scritto da Redazione Online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come incorniciare l’apertura di una finestra: guida fai da te

La guida definitiva alla comprensione dei diversi tipi di moquette

Leggi anche
Contentsads.com