I pro e contro del giardinaggio: cosa fare e cosa evitare

Suggerimento: non innaffiare troppo.

I pro e contro del giardinaggio possono essere davvero tanti, e alcune informazioni sono di vitale importanza se vuoi prenderti cura delle tue piante. Fernando Wong e Tim Johnson, il duo dietro la società di progettazione Fernando Wong Outdoor Living Design, sono qui per aiutarti.

Ricorda che esistono anche delle idee di design per sfruttare al meglio il tuo giardino.

Pro e contro del giardinaggio: cosa fare

Investi nello spazio (e in te stesso)

Se il tuo cortile è diventato il tuo santuario durante la pandemia, è il momento di investire. “Stiamo uscendo da un anno in cui il giardino è sempre stato lì per te”, dice Wong. “Se è possibile, investi in un buon servizio di prato. Prenditi cura dei tuoi alberi o coltiva anche alcuni fiori commestibili per te stesso”.

Pensa come un designer d’interni

Come per ogni buon progetto di design, è fondamentale avvicinarsi al giardino con un piano, anche se è un piano incrementale. Wong consiglia di concentrarsi prima sugli alberi e poi di dare priorità agli elementi di privacy, come le siepi. Una volta che questi elementi principali sono a posto, si può iniziare a lavorare dalla periferia verso l’interno.

“È possibile implementare le cose nel tempo quando i finanziamenti diventano disponibili”, spiega Wong.

Considerare un orto

Non sei ancora pronto ad affrontare il tuo intero cortile? Prova un orto alla moda. “Abbiamo visto un enorme aumento di persone che chiedono orti con letti rialzati“, osserva Johnson. “La gente si sta concentrando molto di più sulla coltivazione del proprio cibo, ed essere in grado di uscire nel proprio giardino e raccogliere l’insalata o un pomodoro o prendere un lime da un albero è davvero gratificante”.

Iniziare con calma e chiedere aiuto

Se sei alle prime armi con il giardinaggio, “inizia con le piante da interno”, insiste Wong. Sei abbastanza fortunato da avere uno spazio esterno ma non sai cosa farci? “Inizia con una foto ispiratrice. Pensa a come vuoi che sia il tuo cortile”, continua Wong. “Poi, con quella foto, vai in un centro di giardinaggio. Otterrai tanta gratificazione dall’imparare il giardinaggio”.

Per i neofiti del giardinaggio e i pollici verdi, Johnson raccomanda l’applicazione Picture This. “Può letteralmente identificare milioni di piante. Se vedi qualcosa che ti piace, ti dirà cos’è”, dice. “Inoltre, se c’è una foglia marrone, ti dirà cosa c’è di sbagliato nella tua pianta“.

pro e contro del giardinaggio casa

Allontanare socialmente le piante

Secondo Johnson, molti giardinieri alle prime armi commettono l’errore di ammassare le loro nuove piante troppo vicine, una mossa che può impedire alle piante di raggiungere il loro pieno e rigoglioso potenziale. “I giardinieri alle prime armi spesso non danno alle piante la possibilità di crescere”, dice. “Un giardino dovrebbe essere bello, ma dovrebbe crescere e maturare e diventare più bello nel tempo”.

E questo porta all’ultimo – e forse il più importante – punto di Johnson: “Sii paziente”.

Pro e contro del giardinaggio: cosa non fare

Pagare le varietà esotiche

Rivolgiti alle specie locali. Non solo sono belle, robuste e sostenibili, ma farai un favore al resto delle creature della tua zona. “Usando piante autoctone, non solo si usa meno acqua, fertilizzanti e pesticidi”, spiega, “ma c’è tutto questo ecosistema che quando si piantano piante autoctone ritorna perché attira diversi insetti e uccelli. Si riporta tutta la natura usando piante native”.

Amare troppo le tue piante

“L’ottanta per cento degli omicidi di piante d’appartamento sono dovuti all’eccesso d’acqua”, avverte Johnson. “Bagnale pure, ma lasciale asciugare di nuovo”.

Scritto da redazione online
Sottoscrivi
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come comprare un camino all’aperto e quale scegliere?

Pareti della casa: meglio dipingerle a spruzzo o a rullo?

Leggi anche
Contents.media